90 visite

Come eliminare i tripidi dalle piante 5/5 (1)

Come eliminare i tripidi dalle piante

Si prega di valutare questo

Esistono più di 6000 specie di tripidi che, come i vampiri, succhiano la linfa vitale dalle piante. Quando le piante da interno o da giardino presentano questi parassiti, il come eliminare i tripidi dalle piante diventa una priorità per ogni pollice verde!

Come eliminare i tripidi dalle piante

Come eliminare i tripidi dalle piante

Il Tripode è un parassita comune che si può trovare nelle serre e nei giardini interni/esterni. Questi parassiti danneggiano le piante succhiando i loro succhi e raschiando frutta, fiori e foglie. Le foglie delle piante possono diventare pallide, macchiate e argentee, quindi morire. Le piante ferite sono contorte, scolorite e sfregiate. In aggiunta, sono insetti molto piccoli (circa 1 mm) di colore giallo paglierino o sottili con due paia di ali piumate.

Che tipo di danno provocano alle piante?

Estremamente attivi, i tripidi si nutrono in grandi gruppi. Saltano o volano via quando disturbati. Le piante ospiti includono cipolle, fagioli, carote, zucca e molte altre verdure da giardino e molti fiori, in particolare gladioli e rose. Sia gli adulti che le larve senza ali sono attratti da fiori bianchi, gialli e di altri colori chiari e sono responsabili della diffusione del virus bronzatura del pomodoro o avvizzimento maculato del pomodoro e del Impatiens Necrotic Spot Virus.

Conosci il tuo nemico, il ciclo vitale

Adulti e pupe svernano nel terreno del giardino. In primavera, le femmine appena emerse inseriscono le uova nei tessuti di fiori, foglie o steli (non hanno bisogno di accoppiarsi per la riproduzione.) Ogni femmina può produrre fino a 80 uova, che si schiudono in pochi giorni con tempo caldo o settimane o mesi con tempo più freddo. Diventano larve senza ali (ninfe), che si nutrono di linfa vegetale. Dopo due o più stadi ninfali, molti tripidi cadono sul terreno per puppare. Gli adulti emergenti volano sulla pianta e ripetono il ciclo. Potrebbero esserci 12-15 generazioni all’anno con l’intero ciclo dall’uovo all’adulto che richiede meno di 16 giorni nella stagione calda.

Il controllo è fondamentale!

Il controllo è fondamentale!

La gestione del tripide è una questione di manutenzione del giardino, bisogna ridurre i luoghi in cui i tripidi possono riprodursi. La cura dei giardini è fondamentale a partire dalla rimozione dei detriti vegetali mentre sono ancora a terra e verdi. I tripidi depongono le loro uova nelle fessure che hanno tagliato negli steli delle piante vive. È necessaria un’adeguata vigilanza per individuare i problemi in anticipo e porvi rimedio. Controllare le piante visivamente ricercando i danni e i gruppi di parassiti nel punto in cui le foglie sono attaccate agli steli. Una volta individuata l’infestazione, non perdete tempo e prendete in considerazione una delle seguenti azioni:

  1. Per sbarazzarsi dei tripidi, è importantissimo rimuovere le erbe infestanti dalle aree del giardino. Pulire i detriti delle colture nel giardino, in particolare le foglie di cipolla dopo il raccolto. Il pacciame secco non attirerà i tripidi. Il pacciame verde sì.

  2. Ispezionate tutte le piante che inserite nel giardino per verificare che non siano presenti segni di tripidi o dei loro danni. Scartare eventuali piante infestate insaccando in modo sicuro e mettendo nella spazzatura.

  3. Le trappole adesive blu sono utili per capire l’entità dell’infestazione e per monitorare le popolazioni adulte.

  4. È possibile utilizzare alcune lance che, grazie uno spruzzo d’acqua forte e avvolgente, possono ridurre, uccidendoli fino al 70% dei parassiti.

  5. Possono essere immessi insetti utili, disponibili in commercio, come i minuscoli Orius insidiosus, un predatore letale dei tripidi perché si nutre di uova e larve prima che possano diventare adulti. Oppure coccinelle e la Chrysoperla carnea (particolarmente efficaci nelle serre); tutti questi insetti sono efficaci per attaccare e distruggere tutte le fasi di questo parassita. Per risultati ottimali, rilasciare dopo aver abbattuto per la prima volta gravi infestazioni con acqua nebulizzata o altro metodo.

  6. Possono essere utilizzati insetticidi biologici altamente efficaci contenente Beauveria Bassiana, un fungo entomopatogeno che attacca una lunga lista di fastidiosi parassiti del raccolto, anche i ceppi resistenti! Le applicazioni settimanali possono prevenire le esplosioni della popolazione di insetti e fornire una protezione pari o migliore rispetto ai pesticidi chimici convenzionali.

  7. Gravi infestazioni possono richiedere un insetticida botanico (tossico) di breve durata meno tossico per ridurre il numero di parassiti. Follow-up con insetti predatori per mantenere il controllo.

  8. I saponi insetticidi sicuri e soffocanti a base di oli e grassi vegetali naturali, sono anche efficaci per abbattere le forti infestazioni (e non danneggiano la maggior parte degli insetti benefici naturali). L’ olio di spinosad e neem può essere usato per il trattamento spot di aree fortemente infestate.

Suggerimento: è necessaria una copertura approfondita quando si usano insetticidi a contatto naturale, specialmente sulla parte inferiore delle foglie e dove le foglie si attaccano agli steli, un luogo preferito in cui i tripidi si riuniscono.

Conclusioni

Speriamo di aver risposto alla domanda: come eliminare i tripidi dalle piante, vi auguriamo di continuare a coltivare il vostro pollice verde; che da oggi ha sicuramente più nozioni per combattere i Tripodi. Abbiamo visto come affrontare un’infestazione e come fare a prevenirla e controllarla. La speranza e quella di non doverne mai affrontare una ma nel caso ora sapete cosa fare!

Preventivo

Be the first to comment on "Come eliminare i tripidi dalle piante"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*